Cucinare è un grande piacere, ma cosa dire di odori e fumo che ne derivano? Le soluzioni utilizzate in cucina sono la cappa aspirante per espellere l’aria all’esterno o la cappa filtrante. La cappa aspirante estrae l’aria calda della cucina durante l’inverno e l’aria fresca durante l’estate, aumentando così i costi di riscaldamento e condizionamento. Dall’altra parte, l’efficienza della cappa filtrante non è mai elevata e i costi di manutenzione sono cospicui poiché i filtri carbone devono essere sostituiti frequentemente. Questo sistema non elimina efficacemente tutti gli odori.

Ora tutto questo è finito grazie a GALVAMET e alla tecnologia del filtro al Plasma!

 

Cos’è il Plasma?

È un gas ionizzato costituito da una miscela elettricamente neutra di elettroni e ioni.

 

Come si crea il Plasma?

Si ottiene fornendo alle molecole di un gas, a una data pressione, energia termica sufficiente a dissociare le molecole e ionizzare gli atomi e le molecole del gas stesso.

 

Come funziona il filtro al Plasma in una cappa?

Inizialmente il grasso presente nei fumi di cottura viene catturato dai filtri antigrasso, l’aria filtrata entra quindi all’interno del filtro al Plasma e viene ossidata mediante la “combustione a freddo”. Le molecole, come germi e odori, sono decomposte a livello molecolare. I composti non bruciati vengono catturati nel carbone attivo a valle. Allo stesso tempo, il carbone attivo agisce come un catalizzatore e termina il processo di ossidazione. All’uscita del carbone attivo non sono contenuti componenti reattivi ma solo: Ossigeno (O2), Anidride carbonica (CO2) e vapore acqueo (H2O) = ARIA PURA.

Il filtro al Plasma consuma solo pochi watt di elettricità e non necessita di manutenzione, infatti il carbone attivo viene rigenerato per mezzo del Plasma ad ogni utilizzo.

 

Come si misura la riduzione dell’odore?

L’International Electrotechnical Commission IEC, con sede a Ginevra, ha il compito di preparare norme di sicurezza destinate ai paesi membri, fra i quali sono comprese tutte le nazioni industrialmente sviluppate.

I paesi, come il nostro, che fanno parte della Comunità Economica Europea aderiscono al CENELEC (Comité

Européen de Normalization Électrotechnique) che ha, quale scopo principale, quello di fare adottare dai paesi membri le Norme internazionali IEC o di concordare modifiche comuni. L’organo rappresentante del nostro paese, presso le sedi internazionali di IEC e CENELEC, è il Comitato Elettrotecnico Italiano CEI al quale è stato affidato il compito istituzionale di ente normatore. Lo scopo principale delle norme CEI è quello di giungere ad una standardizzazione, ad una normalizzazione delle pratiche in modo tale che le prestazioni delle apparecchiature immesse nel mercato possano essere tra loro correttamente confrontate.

La norma CEI EN 61591 è il riferimento dei metodi per la misura delle prestazioni delle cappe per cucina per uso domestico. Testate seguendo questa Norma, le cappe per cucina Galvamet dotate di filtro al Plasma raggiungono un’efficienza nella riduzione degli odori pari al 95%.

 

Perché scegliere una cappa al Plasma?

- Vantaggio estetico: non sono più presenti i camini di espulsione dell’aria all’esterno.

- Risparmio dei costi di installazione: non serviranno più opere murarie per il passaggio dei tubi di espulsione dell’aria.

- Notevole risparmio dei costi energetici: la cappa aspirante espelle all’esterno attraverso i tubi non solo l’odore, ma anche l’aria calda in inverno e quella fresca in estate aumentando notevolmente i costi di riscaldamento e condizionamento. La cappa filtrante al Plasma, invece, depura l’aria aspirata che poi viene reimmessa nuovamente in cucina, mantenendo quindi costante la temperatura dell’ambiente.

- Zero manutenzione: a confronto di una normale cappa filtrante a carboni attivi, la cappa al Plasma non necessita di manutenzione né di sostituzione periodica dei filtri antiodore.

 

Modelli cappe Wellness:

KOMPAK

GLOBE

MASAI

LEVANTE

ARIA-IN